Niente immagini, solo parole

Premessa: Prendetevi almeno mezz’ora per leggere questo articolo!!

Oggi, 23 aprile si celebra la giornata mondiale del libro..
Purtroppo questa “festività” passa inosservata ai più, ed è un peccato.
L’UNESCO ha scelto il 23 aprile in quanto è il giorno in cui sono morti nel 1616 tre importanti scrittori: Miguel de Cervantes William Shakespeare e Inca Garcilaso de la Vega.

“Tutti i libri del mondo non ti danno la felicità,
però in segreto ti rinviano a te stesso.
Lì c’è tutto ciò di cui hai bisogno, sole stelle luna.
Perché la luce che cercavi vive dentro di te.
La saggezza che hai cercato a lungo in biblioteca
ora brilla in ogni foglio, perché adesso è tua.”
Hermann Hesse

Nonostante siano lo strumento principe del sapere i libri stanno perdendo a vista d’occhio d’importanza nella nostra società; al di là della conversione tecnologica in e-book o meno la decadenza della lettura è un dato certo.
Sono (siamo) sempre meno le persone che leggono, e ancor meno quelle che lo fanno per passione o per amore. Lo scopo di questa giornata è proprio quello di valorizzare la lettura, in tutte le sue forme.

Mi lascia sempre esterrefatto il dato proposto dagli studi circa la lettura: in media un italiano legge meno di 3 libri all’anno. Con questo non voglio assolutamente tacciare chi non legge di ignoranza o stupidità, ma mi chiedo solo come possa essere possibile. I libri sono dei piccoli scrigni, dove trovare serenità e tranquillità oltre che informazioni, storie e notizie.

Mi piace pensare a questa immagine: la parola latina “Liber” da cui deriva l’italiano “libro” significasse anticamente “corteccia” e dunque i libri, come una corteccia, una scorza dura per il sapere, una protezione contro le insidie del tempo, contro la stupidità dell’uomo.

Visto che lo scopo di questa giornata è valorizzare la lettura, vi lascio tutti i restanti 26 minuti che vi eravate presi all’inizio dell’articolo per dedicarli a leggere un libro, non importa quale, leggetelo! Ne varrà la pena..

Le cose che voi cercate, Montag, sono su questa terra, ma il solo modo per cui l’uomo medio potrà vederne il 99% sarà un libro.
[Ray Bradbury – Fahrenheit 451]

Rigel

P.S. Consiglio vivamente agli amanti del libro su carta stampata di fare un salto da “Sheakespear and Company” a Parigi.   www.shakespeareandcompany.com

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Varie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...